Scritti

Bartolomero scrittore   IMG000

Bartolomeo Genovese, Insieme alla pittura si è dilettato a scrivere, in giovane età, poesie che sta ancora catalogando e correggendo.  In seguito ha scritto un libro di novelle cinesi, un romanzo-saggio ambientato in Cina e un giallo che ruota intorno all’ambiente artistico.

I suoi viaggi in Oriente , la sua nascita a Shanghai e la madre cinese hanno influenzato notevolmente  la visione della vita  integrando  le due culture.  Nei libri si firma Bartolomeo Xie, cognome della madre.

copertina del libro sogni...

                  Bartolomeo Xie

Sogni  Cinesi di Plenilunio e Luna Nuova

             Una storia e tre racconti

La storia è quella di un giovane cinese immigrato a Roma che vorrebbe integrarsi nel Paese straniero che ha scelto in cui vivere, incontrando però notevoli difficoltà. Un giorno trova e compra un libro cinese che non è in grado di leggere perché scritto in caratteri  antichi. Riuscirà a trovare la persona che lo tradurrà per lui. I tre racconti sono ambientati nel Nord della Cina nel periodo del 1800. Il primo tratta della morte misteriosa di una prostituta. Il secondo è un racconto fantastico sulle “ funzioni” che le persone vorrebbero esercitare nella vita, ma che il destino ha deciso altrimenti. Il terzo  dell’amore tra due cugini, nel contesto di una lotta contro un male mortale, affrontato con pratiche mediche taoiste, spirito religioso ed accettazione del Fato.

 

L'Eunuco

               Bartolomeo Xie

                    L’ EUNUCO

Il romanzo racconta la vita di un ragazzo cinese che all’età di 16 anni i suoi genitori fanno castrare per permettergli di entrare come eunuco nella Città Proibita a Pekino, al servizio dell’Imperatore e della sua corte ed ambire ad avere un futuro migliore. Durante questa permanenza nel luogo più segreto e misterioso della Cina vengono descritti con dovizia di particolari leggi e regole interne, usi e costumi dei residenti, riti religiosi, pratiche astrologiche, festività annuali, vita sessuale del Sovrano con le sue concubine, nonché le diverse mansioni degli eunuchi ed il potere occulto che essi detenevano nell’influenzare le decisioni del Figlio del Cielo a proprio vantaggio.  Il tutto seguendo un rigoroso percorso storico che va dalla metà  alla fine dell’ 800, con il susseguirsi degli avvenimenti politici più salienti, delle rivolte interne e delle guerre coloniali promosse da alcune potenze straniere al fine di accaparrarsi le ricchezze del Paese. Nella seconda parte del romanzo il protagonista lascia la Città Proibita per iniziare una nuova vita praticando l’Astrologia nella Capitale, per poi, dopo alcuni anni, tornare al suo villaggio nativo dove diviene assistente di un monaco-medico del locale Tempio taoista. Costui lo inizia alla cura dei malati per mezzo di erbe, piante e minerali, e edotto in alcuni processi alchemici che tendevano ad allungare  la vita.

 

cornice e giallo                      Bartolomeo Xie

       QUADRI TRUFFE e SANGUE

 

Il protagonista, dipendente di una Società, ha, come attività collaterale, l’acquisto e la vendita di dipinti antichi. Un giorno ha la fortuna di trovare un quadro che, dopo la pulitura, si rivela essere un Maestro del ‘600 Caravaggesco. Pressato da esigenze economiche cede il 50% del dipinto ad un famoso restauratore, introdotto nel mondo dell’arte, con conoscenze importanti, sia con curatori di Musei, che con casate patrizie, in previsione di una vendita cospicua. Poi accade l’imprevisto. Il restauratore viene assassinato. Il Nostro è convocato dalla Polizia e dai Servizi segreti. Suo malgrado diviene investigatore ed informatore delle Forze dell’ordine in quanto, dietro questa morte si nasconde una grossa truffa internazionale ed egli stesso è una delle persone truffate. il caso sembra essere più volte sul punto di risolversi, ma………invano. L’epilogo è insolito perché a volte gli assassini la fanno franca.